Canalizzazioni-Regressioni

IMG_0995 rid

Cosa sono le Canalizzazioni e le Regressioni?

Assaggioli descrive l’inconscio come quella cantina buia dove finiscono tutti i ricordi che non siamo in grado di “digerire”. Essi torneranno alla coscienza quando siamo pronti. Il Superconscio è la soffitta luminosa che contiene i nostri talenti, le nostre antiche conoscenze, il nostro progetto e i nostri “maestri”, che scendono sul nostro piano quando serve o quando lo chiediamo.

La Canalizzazione non è neient’altro che la capacità di fare da proiettore di alcune immagini di questa cantina buia, ciò che è utile venga a galla in quel momento e di contattare quella parte luminosa che ci indicherà la via e gli strumenti per seguirla.

La sessione con me si svolge con un primo momento di conoscenza, poi si entra nel lavoro e vengono raccontate immagini che normalmente fanno parte o della storia personale del consultante, o della storia familiare o della storia ancestrale, a seguire di solito le immagini mostrano chiavi o aiuti possibili.

Nella parte finale si cerca assieme di fare il punto di ciò che si è contattato.

Le Regressioni sono proiezioni di spezzoni di Vite Precedenti (o parallele) che spiegano il perchè di un irretimento o di eventi ciclici.

La sessione con me si svolge partendo con l’apertura di tarocchi (che per me sono il portale) poi partono le visioni. In genere le visioni sono abbastanza chiare e descrivono ambiente, avvenimenti e situazioni.

Alla fine si cerca di cogliere assieme il nesso con il qui e ora.

Quello che chiedo è di non farle per gioco, se decidete di entrare in voi fatelo con il giusto grado di Sacralità. Per rispetto di voi stessi e di me che mi spendo per fare a voi da specchio.